Da una trentina di anni cerco di trovare una mia forma espressiva che rappresenti il giorno la notte il sogno l'uomo lo spazio la terra l'aria e i movimenti , ma anche più semplicemente forme cose e segni che stiano bene insieme e che "spero" diano piacere visivo  nella contemplazione . Mi piace affrontare il tema dal lato opposto , mettermi di lato e trovare una nuova lettura del reale , mi piace farlo attraverso processi di sottrazione e segni che liberi cerco di contenere . Mi piace pensare che la pittura  non è rappresentazione del "reale" ma interpretazione , mi piace la sorpresa che c è , mi piace perchè non sono il solo , mi piace per tanti altri motivi e soprattutto mi piace per quella sana e spietata insoddisfazione continua che mi spinge nel lavoro e nel giorno .
 
 
From thirty years trying to find my form of expression that represents the day , the night , the dream , man , space , earth , air and movement , but also more simply shapes , things , signs and colors that go great together and that "hopefully" give visual pleasure in the contemplation of the work . I like to address the issue from the opposite side , put me to the side abd find a new interpretation of reality , I like to do this through the processes of substraction and signs , wich I try to almost free-hold in certain color spaces . I like to think that painting is not a representation of reality , but interpretation , I like the surprise that there is , I like it because I'm not the only one , I like for many other reasons , and I especially  like it for the healty and ruthless dissatisfaction that keeps me pushes in the workplace and in the day .   

 

                                                       

LA VERITA' E IL SUO CONTRARIO

La percezione del reale è una storia di sospensioni ,  sospensione del sentire , in attesa dell'avere , sospensione dell'essere , in attesa del divenire , per ricevere e scomporsi .
Nella scenografia della contraddizione apparente viene suggerita la più interiore delle verità . Nel contrasto della deformazione emotiva l'immagine si lascia percepire intatta e ingoiata da un colore cannibale .
La linea esce e spinge un ipotesi veloce e rotonda , spigolosa e narrativa , e mentre segna la sua affermazione , scompare nel realismo sciamanico e urbano mai esistito .
Storia di ventri e abbandoni , di sguardi rovesciati e profili , braccia e miseria , il passato e la predestinazione .
Coincidenze .
Quello che vedi è solo una parte , un riflesso vissuto nel retro del mondo . 
Una certezza in dissolvenza mentre lo sguardo ride , una scrittura d'amore senza amore , di un sè in cerca di un sè , di un sè in cerca di un sè .
 
Alessandra Morelli 
 
 

Notizie